Gli uomini non sono disturbati dalle cose, ma da quello che pensano di esse.

La consulenza, il sostegno psicologico e la psicoterapia vengono realizzati attraverso colloqui individuali, di coppia o di gruppo, in base alla domanda portata dal paziente, a specifiche esigenze e condizioni, anche di carattere economico.
La scelta di intraprendere una psicoterapia individuale o di gruppo è legata alle necessità del caso e viene concordata insieme al paziente nell'ambito dei primi colloqui.

Domande Frequenti Psicologia
Domande Frequenti

Se sei interessato a leggere ciò che altre persone come te sperimentano nel corso della vita, le domande e le curiosità più frequenti di carattere psicologico.

  Psicologia e Psicoterapia
Disturbi Trattati
Disturbi trattati

Disturbi d’ansia, disturbi di personalità, sostegno psicologico a pazienti oncologici, disturbi depressivi, disturbi alimentari, sindrome post abortiva.

  Il significato dei sintomi
Pic
TIPI DI TERAPIA

"Il cliente... e il terapeuta si imbarcano insieme come compagni di navigazione nella stessa avventura"
(G. Kelly)

  Percorsi Terapeutici

Gruppo psicologico per ragazzi

  • Gruppo psicologico di parola pensato per ragazzi tra i 18 e i 28 anni, che vivono un momento di difficoltà, come ad esempio: conflitti familiari, problemi nello studio, nelle relazioni sociali o sentimentali.

    Clicca qui per saperne di più
Background

Prenota un appuntamento

Scegliere di iniziare una psicoterapia di tipo analitico vuol dire cercare
un nuovo modo di vedere e affrontare la propria vita: rileggendo il passato,
rivisitando il presente,  reinventando nuove possibilità per il proprio futuro.

GRUPPI DI SOSTEGNO ATTIVI

Gruppi di sostegno psicologico per donne che hanno vissuto l’esperienza di una interruzione di gravidanza (terapeutica o volontaria).

download .pdf

CONTATTAMI

Un uomo senza ansia alcuna, probabilmente, non avrebbe nemmeno paure, cosa che avrebbe conseguenze catastrofiche sulla sua sopravvivenza. Talvolta il meccanismo di regolazione dell’ansia può incepparsi, per cui lo stato ansiogeno da utile e amico diventa paralizzante e disfunzionale. Questo capita soprattutto nei periodi di grandi cambiamenti, nei quali occorre rapportarsi con maggiori responsabilità e, a un qualche livello, intraprendere una strada che ha a che fare con la crescita e l’autonomia.